TASI Inviarata, Tari aumento di pochi euro per le famiglie, importanti riduzioni alle imprese

0
943

Accordo tra comune di Genova e associazioni dei consumatori per fondo di solidarietà, sconti alle famiglie numerose, controlli e verifiche per rendere più efficienti i servizi

Oggi alle 9 si sono incontrate le associazioni dei consumatori e il comune di genova per una definitiva intesa circa l’applicazione dell’imu, della tasi e della tari. i primi due tributi rimarranno invariati mentre la tari comporterà per le famiglie un aumento medio di 13 euro in conseguenza dei maggiori oneri derivanti dalla chiusura di scarpino e dalla percentuale di riparto che passa dal 55 al 56%. Questa scelta comporterà notevoli risparmi per le imprese che passeranno dal 45 al 46 per cento con notevoli riduzioni fino a 1000 euro. Tale ripartizione non verrà più modificata fino a quando l’amiu fornirà i valori puntuali del servizio. L’accordo prevede inoltre un forte impulso alle azioni di efficentamento delle aziende per il contenimento dei costi e l’aumento della produttività perseguite anche con la collaborazione delle attività di monitoraggio e controllo svolte dalle associazioni dei consumatori in virtù dell’accordo di programma sottoscritto dall’anci, dalle regioni e dal governo nel settembre 2013.
Infine verrà costituito il fondo di solidarietà per aiutare le famiglie in difficoltà (700 esenzioni nel 2014 per i bassi redditi) comprendendo inoltre per il  2015 anche chi perde il lavoro o modifica in peggio il proprio reddito (cosa mai prima avvenuta). il fondo servirà anche per bloccare gli aumenti alle famiglie numerose (5 o più appartenenti al nucleo famigliare). Il presidente di Assoutenti Furio Truzzi ha sollecitato il comune ad attuare con urgenza un piano di riduzione dei costi e un aumento della produttività nelle aziende  al fine di operare fin dal 2016 una riduzione delle tariffe e un miglioramento nei servizi