Andora: ecco le prossime iniziative per tutelare i diritti dei cittadini danneggiati

Su emergenza acqua potabile dopo gli esposti, le denunce e le manifestazioni Assoutenti, Onda ligure e Comitato acqua cara in bolletta proseguono la battaglia

0
352
Andora su emergenza acqua potabile: ecco le prossime iniziative per tutelare i diritti dei cittadini danneggiati

Assoutenti, Onda Ligure Consumo & Ambiente e il Comitato “Acqua Cara in bolletta” proseguono la battaglia sul tema dell’acqua potabile ad Andora e, pur continuando a dialogare con le Istituzioni Commissariali, Regionali e Comunali, al fine di avere un ruolo attivo nelle future scelte decisionali sulla ristrutturazione aziendale di Rivieracqua S.p.a. e l’efficientamento del sistema idrico andorese, annunciano una serie di iniziative che saranno avviate nelle prossime settimane.

Nello specifico le tre Associazioni si muoveranno su più fronti, in sede penale, civile e amministrativo, allo scopo di far ottenere agli utenti coinvolti il ristoro dei danni subiti. Nel dettaglio delle iniziative:

  1. Battaglia giudiziaria sui primi procedimenti depositati per ottenere il ristoro dei danni dei singoli utenti.
  2. Sollecitare l’Ufficio della Procura della Repubblica di Savona, affinché dia corso al procedimento penale nei confronti dei responsabili del grave disservizio.
  3. Contribuire a un’equa determinazione tariffaria unitaria, alla stesura di un piano di emergenza idrica e alla elaborazione della nuova Carta dei Servizi.
  4. Partecipare in sede di trattativa alla procedura di composizione della Crisi d’azienda, portando all’attenzione dell’esperto le istanze risarcitorie dell’utenza.
  5. Monitorare l’andamento delle opere di completamento del Masterplan del Roia in favore degli Andoresi.
  6. Offrire un contributo tecnico costruttivo per la ricerca di nuove fonti di approvvigionamento e di nuove soluzioni tecniche per quel che concerne l’attività di depurazione dei reflui, con particolare attenzione alla salvaguardia dell’ambiente marino.
  7. Aprire, grazie anche alla collaborazione avviata con il Comune di Andora, uno sportello del Consumatore in Andora, in modo tale da facilitare l’incontro con l’utenza e gestirne le problematiche per gli indennizzi e i risarcimenti dovuti.

“Attendiamo di essere convocati e coinvolti dal Commissario ad acta per dire la nostra, anche sotto il profilo tecnico-giuridico, allo scopo di ottenere finalmente l’efficientamento del sistema idrico Andorese. A tal fine abbiamo calendarizzato gli imminenti punti focali di azione e auspichiamo che le Istituzioni siano sensibili alle nostre giuste e legittime richieste” – dichiara il Presidente di Assoutenti Furio Truzzi.