Il fresco che vale: uniti per un’etichetta trasparente

0
1083

Coldiretti, Lega Consumatori Liguria, Assoutenti e tutte le altre associazioni dei consumatori riconosciute dalla Regione Liguria si uniscono per chiedere di modificare l’attuale normativa sulla etichettatura nel settore della pesca al fine di estendere l’obbligo, lungo tutta la filiera, di inserire alcune informazioni che riteniamo determinanti per la tutela del Made in Italy e dei consumatori.

Si richiede di introdurre tre dati essenziali sull’etichetta esposta alla vendita:

  • Data del pescato;
  • Se il pesce è stato trattato con qualche elemento chimico (sbiancante o altra tipologia);
  • Provenienza specifica del prodotto oltre al codice FAO: es. mar Ligure

L’iniziativa si svolgerà sabato 28 maggio 2016 dalle ore 10.00 presso il Mercato del Pesce di Genova-Calata Vignoso, per sostenere le nostre richieste volte ad ottenere maggiore trasparenza per i consumatori, per tutelare le produzioni locali per una battaglia di civiltà, per chi ama l’Italia e gli Italiani.

Lega Consumatori, Adiconsum, Adoc, Assoutenti, Casa del Consumatore, Codacons, Federconsumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Sportello del Consumatore