Il consumatore è il protagonista tra stato e mercato: nel ricordo di Catricalà la proposta di inserire la tutela del consumatore nella Costituzione nella seconda giornata di Expo Consumatori 2022

0
55

“Antonio Catricalà è stato un uomo di Stato che ha favorito il corretto funzionamento del mercato”.

Lo hanno ricordato così Roberto Sommella, Direttore di Milano Finanza e Giovanni Calabrò, Direttore Generale tutela del consumatore di Antitrust, intervenendo ad Expo Consumatori 4.0.

La portabilità dei mutui, le leggi annuali sulla concorrenza, l’avvio dell’Antitrust e della tutela del consumatore in generale, il confronto dei prezzi della benzina da parte del Mise, le “lenzuolate” di Bersani, sono state tutte novità nate dal lavoro di Catricalà, un percorso che ora deve essere potenziato.

“Era un uomo di grande pragmaticità che, in sole 48 ore, riuscì ad attivare il numero verde dell’Autorità Antitrust e se oggi vediamo il messaggio sugli sportelli Bancomat che si informa circa i costi del prelievo, è sempre grazie a lui” – ricorda Sommella.

Calabrò ha evidenziato invece come Catricalà istituì un vero e proprio rapporto con i consumatori fino ad avere incontri periodici con le Associazioni.

Il presidente di Assoutenti, Furio Truzzi, padrone di casa dell’iniziativa Expo consumatori, ha sintetizzato come dal divieto dello “ius variandi” alle modifiche contrattuali (misure che in questi 20 anni hanno visto certamente aumentare la protezione dei cittadini) è arrivata la necessità di fare ora il salto costituzionale, quello di inserire il diritto alla tutela del consumatore tra i diritti inalienabili e costituzionali.

Anche il presidente della Commissione Attività Produttive, Commercio e Turismo della Camera dei Deputati, Alberto Luigi Gusmeroli, ha ritenuto coerente e necessaria questa evoluzione della tutela del consumatore all’interno della Costituzione. Secondo Gusmeroli “abbiamo bisogno come Paese di crescita e possiamo crescere solo se facciamo squadra e rete. L’Italia uno dei paesi più complicati al mondo e le complicazioni si riversano sul consumatore ma, nonostante il peso della burocrazia, riusciamo ad eccellere. Sfida per il futuro: rendere semplice questo Paese. Appoggeremo come Commissione Attività Produttive e come Lega qualsiasi progetto volto a elevare a rango costituzionale principi che tutelino i consumatori.”