Consumatori e Giustizia:”Fuori dall’aula”. Appuntamento il 23 febbraio

0
1112

Consumatori e giustizia “fuori dall’aula” è il tema di un convegno nazionale in programma lunedì 23 febbraio 2015 a Genova, nell’aula magna della Facoltà di Giurisprudenza in via Balbi, 5.

La giornata, che inizierà alle 9,30, ha l’obiettivo di trovare forme e modi per applicare la Direttiva UE 2013/11 per promuovere e potenziare procedure stragiudiziali di risoluzione delle controversie, semplificando modalità di accesso e costi.

La direttiva in questione propone in pratica la risoluzione delle controversie senza più battaglie in tribunale ed è in forte relazione con l’annunciata proposta legislativa di riforma della Giustizia.

Lunedi, a Genova, ne discuteranno esperti, giuristi, parlamentari. 

La nostra giornata di studio si articolerà con una prima riflessione generale sulla Direttiva.

I lavori proseguiranno nel pomeriggio con 3 sessioni parallele dedicate rispettivamente alle esperienze delle conciliazioni paritetiche, ai costi della giustizia, alla formazione degli operatori e l’educazione dei consumatori alla prevenzione del conflitto.

Questi focus serviranno per capire di più, e meglio, quali sono i punti deboli della rete che dovrebbe trattenere “fuori dall’aula” milioni di procedimenti. Tale ultimo aspetto chiama in causa la non secondaria variabile dei costi della giustizia alternativa che deve rivelarsi non solo conveniente, ma come dice la Direttiva “preferibilmente gratuita”. Con questi proponimenti ci attendiamo che ognuno faccia la sua parte negli interessi dei cittadini e di un tema così importante come quello della giustizia.

Al Convegno ,organizzato dalla Consulta regionale per la tutela dei diritti dei consumatori e degli utenti, in collaborazione con l’Università di Genova, con la Camera di Commercio di Genova e con il contributo del Consiglio Nazionale Consumatori Utenti presso il Ministero dello Sviluppo Economico, parteciperanno, fra gli altri,  l’assessore alla Tutela dei Consumatori della Regione Liguria Renzo Guccinelli, il vice ministro alla Giustizia Enrico Costa, il rappresentante della Commissione Giustizia della Unione Europea ed una folta rappresentanza nazionale delle Associazioni dei Consumatori.