Comunicato stampa conferenza del 27 Luglio 2011

0
733
foto_taka

foto_taka
Tokio, Phoenix, Genova tra sistemi efficienti di bigliettazione, evasione zero, maggior attenzione ai flussi turistici e all’integrazione con il trasporto pubblico delle proposte culturali e degli eventi , capillarità della rete, parcheggi di interscambio e una mappa della rete di trasporto sono i chiaro scuri evidenziati nella ricerca fatta da Takahiro Ogawa studente di scienze internazionali all’Arizona State University durante il suo tirocinio promosso da AIESEC presso Assoutenti Liguria.

Il giovane ricercatore giapponese ha anche avanzato alcune proposte, fatte proprie da Assoutenti, per un miglioramento di situazioni specifiche: a) utilizzare le stazioni della metropolitana come laboratorio creativo per gli studenti delle scuole genovesi, b) introduzione delle tecnologie digitali per acqistare e validare i titoli di viaggio, c) creazione di infopoint e rivendite ticket nelle stazioni ferroviarie e nei principali luoghi turistici.

 

La nota migliore la capillarità della rete, quella peggiore la mancanza di un facile sistema di gestione dei ticket.Assoutenti per bocca del presidente Furio Truzzi ha sottolineato come a Genova, contrariamente che a Tokio e a Phoenix, i livelli di evasione sono assai elevati, il 14% secondo l’associazione, e che il loro valore è di 9 milioni di euro l’anno quanto se non di più delle entrate previste dalla recente manovra tariffaria  e come senza parcheggi di interscambio sia assai difficile rilanciare il trasporto pubblico.