Canone Rai 2021: c’è tempo fino al 31 Gennaio per richiedere l’esenzione!

0
1744

L’arrivo del nuovo anno porta inevitabilmente con sé una scadenza importante: il pagamento del Canone Rai. Ma devono pagarlo proprio tutti? È prevista qualche esenzione? E soprattutto, qual è la procedura per richiedere l’esonero dal pagamento

Il costo di 90€, dal 1° gennaio 2016, viene automaticamente addebitato sulla bolletta della luce poiché l’utenza elettrica ad uso domestico fa presumere la detenzione di un apparecchio ricevente. Ciò significa che laddove è attiva un’utenza per la fornitura di energia elettrica, si presume che vi sia un apparecchio televisivo e che, di conseguenza, si debba provvedere al pagamento del canone TV

Il pagamento del canone è dovuto una sola volta in relazione a tutti gli apparecchi televisivi in possesso dei componenti della stessa famiglia anagrafica, indipendentemente dal numero di abitazioni.

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza con questa breve guida.

Chi è tenuto al pagamento del Canone Rai? E quali sono le modalità con cui effettuare il versamento? 

Deve pagare il canone Rai chiunque sia in possesso di un apparecchio televisivo, funzionante o meno, che sia in grado di “ricevere, decodificare e visualizzare” il segnale del digitale terrestre o satellitare, direttamente oppure tramite decoder o sintonizzatore esterno. 

Due le modalità di pagamento previste:

  1. Per chi è titolare di contratto elettrico il pagamento può essere rateizzato in 10 rate da 9 euro ciascuna nelle bollette da gennaio a ottobre;
  2. se, tuttavia, non è presente una bolletta di riferimento, il canone TV andrà pagato utilizzando il modello F24.

La platea di persone che dovrà affrettarsi nel pagamento del canone è molto ampia, tuttavia la legge ha previsto anche dei casi di esonero.

Chi ha diritto all’esenzione

Per non essere tenuti al pagamento del Canone Rai 2021 occorre rispettare determinati requisiti e condizioni previsti dalla legge. Ecco la lista degli esenti:

  • anziani Over 75 con un reddito fino a 8.000 euro;
  • invalidi civili degenti in un casa di riposo;
  • titolari di un’utenza elettrica non residente (esempio valido per le case in affitto o per le seconde case utilizzate per le vacanze);
  • militari delle Forze Armate Italiane, ma solo per gli apparecchi che si trovano in luoghi comuni, come ospedali militari, Case del soldato e Sale convegno dei militari delle Forze Armate. I membri delle Forze armate che vivono in un appartamenti privati all’interno di una struttura militare, invece, sono tenuti al pagamento;
  • militari di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze NATO;
  • agenti diplomatici e consolari (ma solo per quei Paesi per cui è previsto lo stesso trattamento per i diplomatici italiani);
  • rivenditori e negozi che si occupano di riparazione di apparecchi televisivi;
  • non possessori di televisori o apparecchi preposti alla ricezione di radioaudizioni televisive.

Vediamo ora più nel dettaglio le modalità con cui richiedere l’esenzione dal pagamento per alcune di queste categorie.

Esonero Canone Rai per gli Over 75

I cittadini con più di 75 anni possono richiedere l’esenzione dal pagamento del canone TV. Oltre all’età è necessario, però, possedere  altri due requisiti:

  1. avere un reddito (proprio e del coniuge) inferiore complessivamente a 8.000 euro annui;
  2. non convivere con altre persone (diverse dal coniuge o dal soggetto unito civilmente) titolari di un proprio reddito. Fanno eccezione collaboratori domestici, colf e badanti.

Chi è in possesso di tutti questi parametri può quindi provvedere a compilare e presentare una  dichiarazione sostituiva, con cui attesta quanto detto anticipatamente.

Modalità di presentazione della dichiarazione sostituiva

La dichiarazione sostitutiva opportunamente compilata può essere recapitata tramite tre modalità:

  1. spedita per posta all’Agenzia delle Entrate di Torino (indirizzo: Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella postale 22 – 10121 Torino), insieme alla copia di un documento di riconoscimento;
  2. inviata tramite PEC (posta elettronica certificata) con firma digitale all’indirizzo cp22.canonetv@postacertificata.rai.it;
  3. consegnata manualmente dall’interessato presso un qualsiasi ufficio dell’Agenzia delle Entrate.

Clicca qui per avere tutte le istruzioni necessarie alla compilazione.

Per quanto tempo è valida l’esenzione per gli over 75?

E’ inoltre importante considerare che:

  • l’esonero è valido per l’intero anno di riferimento se  il compimento del 75° anno di età avviene tra il 1° agosto dell’anno precedente e il 31 gennaio dell’anno di riferimento, ovvero, in termini pratici, se vengono compiuti 75 anni di età tra il 1° agosto 2020 e il 31 gennaio 2021;
  • se, invece, il compimento del 75° anno di età avviene tra il 1° febbraio e il 31 luglio dell’anno di riferimento (ovvero tra il 1° febbraio 2021 e il 31 luglio 2021) si ha diritto all’esenzione del pagamento del canone per il secondo semestre di tale anno;

Esonero Canone Rai 2021 per militari e diplomatici stranieri 

Convenzioni internazionali hanno permesso a militari e diplomatici stranieri di esentarsi dal pagamento del Canone Rai, evitandone pertanto l’addebito sulla bolletta dell’energia intestata al dichiarante.

Anche in questo caso è sufficiente compilare e presentare un modulo di dichiarazione sostitutiva, utile anche qualora fosse necessario comunicare il venir meno di alcuni presupposti dichiarati in precedenza, ad esempio la cessazione anticipata dell’incarico diplomatico.

Modalità di presentazione della dichiarazione sostituiva

Il modello di dichiarazione sostitutiva deve essere inviato dall’interessato, con un documento valido di riconoscimento, tramite pacco raccomandato, all’indirizzo:  Agenzia delle Entrate- Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella postale 22 – 10121 Torino. 

Attenzione però! Il cambiamento di una delle condizioni di esenzione (ad esempio il rinnovo della carta di identità diplomatica) obbliga il dichiarante a presentare una nuova dichiarazione con i dati aggiornati!

Se necessiti di altre informazioni utili alla compilazione della dichiarazione sostitutiva destinata a diplomatici e militari stranieri clicca qui.

Esonero Canone Rai 2021 per chi non possiede un apparecchio televisivo

Anche i titolari di un’utenza elettrica per uso domestico che non possiedono un apparecchio televisivo in nessuna delle abitazioni in cui è attiva l’utenza elettrica a loro intestata possono evitare l’addebito del canone in bolletta.

Come farlo? Anche in questo caso è sufficiente compilare e presentare questo modulo di dichiarazione sostitutiva (Quadro A). Tale modello può essere presentato anche da un erede di un soggetto deceduto (a cui è ancora temporaneamente intestata l’utenza elettrica) per dichiarare il mancato possesso di apparecchi televisivi all’interno dell’abitazione dello stesso.

Modalità di presentazione della dichiarazione sostitutiva

Il modello di dichiarazione sostitutiva va presentato direttamente dal contribuente o dall’erede sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate, utilizzando le credenziali Fisconline o Entratel, oppure tramite gli intermediari abilitati.  

Nel caso in cui si fosse impossibilitati a procedere all’invio telematico, il modello può essere inviato, tramite raccomandata senza busta, all’indirizzo: Agenzia delle entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella postale 22 – 10121 Torino, insieme ad un documento di riconoscimento valido.

Se cerchi altre informazioni su come compilare la dichiarazione sostitutiva relativa al canone di abbonamento alla televisione per uso privato clicca qui!

Termini e tempistiche per dichiarare la non detenzione della TV

Dal 2017 i termini di efficacia delle dichiarazioni di non detenzione sono i seguenti:

  • affinché la dichiarazione sostitutiva di non detenzione abbia effetto a partire dal 1° gennaio dell’anno di riferimento, è necessario che venga presentata a partire dal 1° luglio dell’anno precedente ed entro il 31 gennaio dell’anno di riferimento. In termini più pratici, affinché la dichiarazione di non detenzione abbia effetto a partire dal 1° gennaio 2021, è necessario che venga presentata a partire dal 1° luglio 2020 ed entro e non oltre il 31 gennaio 2021;
  • la dichiarazione sostitutiva di non detenzione presentata dal 1° febbraio ed entro il 30 giugno di un dato anno di riferimento ha effetto per il canone dovuto per il semestre luglio-dicembre del medesimo anno. Quindi, coloro che presenteranno la dichiarazione di non detenzione tra il 1° febbraio e il 30 giugno 2021 saranno esentati dal pagamento del canone solamente per il secondo semestre del 2021.

La dichiarazione di non detenzione perde efficacia alla fine dei suddetti periodi di validità: ne consegue che, se non viene reiterata, torna ad operare la presunzione di detenzione, con conseguente addebito nella fattura elettrica.

Canone Rai non dovuto: come chiedere il rimborso?

Chi ha pagato il Canone Rai pur avendo diritto all’esenzione può richiedere il rimborso attraverso la compilazione di un modulo dedicato

Tale modulo  deve essere presentato in via telematica dal titolare dell’utenza elettrica, dai suoi eredi o dagli intermediari abilitati, mediante la specifica applicazione web  disponibile sul sito internet dell’Agenzia delle entrate, utilizzando le credenziali Entratel o Fisconline.

In alternativa, l’istanza di rimborso può essere presentata, insieme ad un valido documento di riconoscimento, a mezzo del servizio postale con raccomandata al seguente indirizzo: Agenzia delle entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella postale 22 – 10121 Torino.

Sarà poi l’impresa elettrica mediante accredito sulla prima fattura utile, oppure con altre modalità, a erogare il rimborso entro 45 giorni.

Clicca qui per altre istruzioni utili alla compilazione del modulo di rimborso.

Se hai bisogno di maggiori informazioni rivolgiti al nostro ufficio locale chiamando lo 010 540256 oppure visita il sito www.canone.rai.it