Al via il progetto “Adotta un nonno, Adotta un nipote”

Registrati numeri da record già nella prima giornata di lancio!

0
280

E’ partito Venerdì 1 Ottobre 2021 presso l’Istituto Comprensivo Montaldo di Corso De Stefanis e presso il Liceo Scientifico Cassini di Via Galata il Progetto “Adotta un nonno, adotta un nipote”.

Il progetto, che ha come capofila Assoutenti, rientra all’interno del Patto di Sussidiarietà Anziani – Area Digitalizzazione e Intergenerazionalità coordinato da Auser e co-progettato da Regione Liguria con il Terzo Settore insieme all’Ufficio Scolastico Regionale, Aliseo (Agenzia Ligure per gli Studenti e l’Orientamento, l’agenzia regionale che eroga servizi agli studenti di ogni ordine e grado), Auser Liguria, Acli, Unicef, 50&Più Genova e Associazioni dei Consumatori e coinvolge anziani e giovani di tutto il territorio ligure in un reciproco scambio di esperienze e competenze.

Mentre presso l’Istituto Comprensivo Montaldo, un nonno e una nonna hanno incontrato gli alunni di due quinte della scuola elementare per far conoscere loro i giochi di una volta, a dare il via all’iniziativa è intervenuta l’Assessore alle Politiche Sociali e Terzo Settore, Politiche Giovanili, Scuola, Università e formazione, Cultura e Spettacolo Ilaria Cavo, che ha così commentato l’evento: “E’ significativo che questo progetto parta alla vigilia della Festa dei Nonni di Sabato 2 Ottobre. Si tratta di un’operazione intergenerazionale giovani – anziani. E’ una crescita reciproca: i ragazzi possono insegnare agli anziani le nuove tecnologie, gli anziani possono insegnare ai bambini i giochi e le tradizioni di una volta. Nelle scuole elementari, dove il progetto è partito stamattina, sono state molte le domande interessate dei bambini ai nonni e alla domanda su cosa i bimbi possano dare agli anziani la risposta è stata concorde: “allegria”. Tutto questo certifica che il progetto ha un grande valore. I ragazzi più grandi, invece, svolgono un ruolo di tutor per i nonni sulle competenze più complicate per loro: quelle digitali. Oggi per esempio al Liceo Scientifico Cassini si è parlato di Spid, il sistema pubblico d’identità digitale, di Whatsapp e di Facebook”.

Presenti all’incontro, moderato dal vicepresidente regionale Rosanna Stifano oltre all’Assessore Cavo, Michele Lattarulo, Dirigente Scolastico del Liceo Scientifico “G.D.Cassini”, Alessandro Clavarino, Direttore reggente Ambito Territoriale di Genova dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria, Franco Cirio, Presidente UNICEF Liguria, Sergio Grazzi e Guido Angelini, rispettivamente Presidente Vicario e Consigliere 50&Più, Ileana Scarrone, Presidente AUSER Liguria, i due Supertutor del progetto Guido Buschiazzo e Emerson Aonzo di Acli Savona e i tre giovani tutor del Liceo Cassini Davide Curletto, Germano Gallino e Lorenzo Guideri che svolgeranno la loro attività in alternanza scuola-lavoro.

I ragazzi hanno quindi tenuto una prima lezione di informatica ai 12 ‘nonni’ genovesi che hanno partecipato in presenza (numero massimo consentito dal Liceo Cassini come misura pandemica), ai 22 che hanno assistito all’evento tramite la piattaforma digitale Zoom e agli oltre 270 che si sono collegati alla diretta trasmessa in streaming su Facebook.

Numeri da capogiro, dunque, che fanno ben sperare per la riuscita di questo Progetto che ha come obiettivo comune la crescita reciproca di generazioni profondamente diverse che, però, possono trovare nel reciproco scambio di conoscenze ed esperienze un punto di contatto.

Conclude, Rosanna Stifano, Vice Presidente regionale Assoutenti Liguria: “Il Patto di Sussidiarietà Anziani – Area Digitalizzazione e Intergenerazionalità è l’opportunità per fare rete tra le associazioni del Terzo Settore che, in sintonia con l’Assessorato, l’Ufficio Scolastico Regionale ed ALiSEO, lavoreranno per favorire il dialogo intergenerazionale tra “nonni” e giovani.”                                                   

Chiunque voglia partecipare ai futuri laboratori del Progetto “Adotta un Nonno! Adotta un nipote!” può scrivere all’email nonni.nipoti@assoutenti.liguria.it oppure può compilare il form presente sul sito di Assoutenti.