ACCORDO TRA CONSUMATORI, COMUNE E AMT

0
724
CLCU_ed_utenti

CLCU_ed_utentiTrovato l’accordo tra Associazioni di Consumatori, quindi CLCU (Coordinamento Ligure Consumatori Utenti), Comune di Genova ed azienda AMT per il riconoscimento dei disagi patiti dagli utenti del trasporto pubblico locale, nel novembre scorso.

Questa mattina si è tenuto l’atteso incontro tra le parti, al 24° piano del “Matitone”. Erano presenti, oltre ad un nutrito gruppo di cittadini, l’Assessore alla mobilità del Comune di Genova Anna Maria Dagnino e i membri del CLCU: Stefano Salvetti per Adiconsum, Emanuele Guastavino per Adoc, Alberto Martorelli per Lega Consumatori, Daniela Spani per MDC, Furio Truzzi anche presidente nazionale di Assoutenti e Calogero Pepe presidente Adircons e Federconsumatori.

Al termine della trattativa è stato sottoscritto e firmato dalle parti il seguente accordo:

 «Il Comune di Genova e Amt riconoscono il disagio patito dagli utenti nello scorso mese di novembre in conseguenza delle agitazioni e dell’astensione dal servizio del personale dell’Azienda; convengono inoltre che la situazione creatasi in quelle giornate ha compromesso il diritto alla mobilità dei cittadini previsto dalla Legge e può aver ingenerato disaffezione tra gli utenti del trasporto pubblico cittadino. L’astensione dal lavoro non programmata per cinque giorni, nelle forme in cui è stata attuata dai dipendenti, non rientra nei disservizi per i quali la Carta della Mobilità in vigore impegna l’Amt a indennizzare i propri clienti e dunque non è compresa tra le responsabilità dell’azienda. A questo proposito Comune e Amt si impegnano ad attivare immediatamente un tavolo di confronto con le organizzazioni dei consumatori al fine di rivedere i contenuti della Carta stessa per analoghe situazioni che si dovessero determinare in futuro. Comune ed Azienda condividono l’impegno a promuovere iniziative per motivare e incoraggiare la cittadinanza all’uso del mezzo pubblico. In questo ambito sono alle studio forme concrete di fidelizzazione rivolte soprattutto agli abbonati (che tengano conto delle premesse del presente verbale), abbonati che con la loro scelta hanno dimostrato la precisa volontà di privilegiare il trasporto pubblico per muoversi in città. Al fine di condividere le misure da adottare verrà attivato, entro due settimane dalla data odierna, un tavolo tecnico di confronto con le Associazioni dei Consumatori».

Il verbale sottoscritto verrà presentato, prossimamente, in assemblea agli utenti AMT che avevano aderito all’iniziativa promossa dalle Associazioni Consumatori, perché sia condiviso.

Sì, dunque, al “rimborso” utenti, per chi ne aveva fatto richiesta, nel ragionamento del recupero dei 5 giorni in cui non è stato utilizzato il proprio titolo di viaggio. Il risultato raggiunto costituisce un importante precedente a livello nazionale in funzione anche di introdurre, in futuro, nella Legislazione, che regola la materia, che la metà delle sanzioni comminate contemplino il risarcimento agliutenti che hanno patito disagi in tema di trasporto. Il prossimo tavolo tecnico si occuperà, di concerto,  dell’aspetto tecnico-operativo considerato le diversità degli abbonamenti in essere: settimanale, mensile e annuale. «Le AA CC salutano con soddisfazione l’accordo intervenuto in data odierna con AMT e Comune di Genova che riconosce i disagi patiti dagli utenti nel corso del mese di novembre con la revisione della Carta dei Servizi e con la nuova campagna di promozione degli abbonamenti»: è stato il commento entusiasta del CLCU.

Alessia De Pascalis