Ponte Morandi. Le iniziative di TIM per la “zona rossa”

0
18

Riceviamo e pubblichiamo qui di seguito le iniziative di TIM per gli sfollati in seguito al crollo di Ponte Morandi.

(…) Riguardo alla gestione dell’emergenza, l’Azienda  ha garantito nelle 24 ore successive al crollo del Ponte la copertura presso la zona rossa (definita dalla Protezione Civile) tramite servizio Mobile e con servizio WIFI (attivati 4 collegamenti FTTC e 1 collegamento FTTH).

Ovviamente il quadro definitivo dei danni subiti alle infrastrutture di rete in conseguenza del crollo del ponte Morandi è ancora in corso di definizione in quanto sarà necessario attendere la conclusione della demolizione dello stesso.

Inoltre l’Azienda, nei giorni  successivi all’emergenza  ha  messo in campo una serie di iniziative commerciali a favore della città di Genova ed in particolare delle famiglie residenti nella “zona rossa”  e sfollate dalle proprie abitazioni, che hanno riguardato la:

  • messa a disposizione dei 566 residenti sfollati, in omaggio, modem portatili con funzionalità Wi-Fi con 6 mesi di accesso ad Internet con 100 giga.
  • attivazione di codici con opzioni gratuite per navigare, forniti ai negozi vicino al luogo dell’evento.

Le suddette azioni volontarie, correlate alla fase di stretta emergenza, hanno consentito di garantire alla clientela interessata la possibilità di continuare ad utilizzare i servizi di comunicazione elettronica in mobilità.

Le ulteriori iniziative, sempre autonome e volontarie, nel seguito descritte, sono in linea sostanzialmente con quanto di prassi adottato volontariamente da TIM negli eventi calamitosi che, in coerenza alla gravità degli stessi e della conseguente rilevanza del numero delle utente interessate, consentono di agevolare la propria clientela tramite la previsione di un “set minimo” di azioni di caring che garantiscono sia specifiche azioni di fatturazione e di gestione del credito, sia la gratuità dei principali servizi utili in tali circostanze.

Le agevolazioni sulle linee individuate secondo tale metodologia (circa 80 linee consumer e 120 linee business di rete fissa) sono state decise tenendo conto della specificità delle esigenze dei diversi segmenti di clientela consumer e business.

Nel caso in cui ulteriori utenze risultino riferite a situazione di inagibilità degli immobili, le agevolazioni saranno estese ai clienti che ne facciamo richiesta ai Servizi  Clienti.

Di seguito l’elenco delle iniziative:

Iniziative relative alla fatturazione ed al credito

E’ stata disposta per entrambi i segmenti di clientela consumer e business:

  • la sospensione della fatturazione e del relativo invio a partire dal mese di settembre 2018. La ripresa della fatturazione sarà come di consueto condizionata ai monitoraggi periodici sul traffico sviluppato dalle linee (diretti a verificare il ripristino dell’utilizzo del servizio precedente all’evento calamitoso).
  • la sospensione di tutte le azioni gestionali del credito (es. sollecito e sospensione della linea, calcolo interessi di mora, gestione da parte degli Istituti di Recupero Credito) per le fatture già inviate ad Agosto precedentemente all’evento calamitoso consentendo alla clientela di pagare oltre la data di scadenza originaria.

Trasloco gratuito delle linee

E’ prevista l’esecuzione delle richieste di trasloco delle linee telefoniche gratuita (sia per trasferimento in una nuova sede che per l’eventuale ritorno nella vecchia se dovesse tornare agibile). L’esenzione è prevista anche per il successivo ripristino dell’impianto presso l’abitazione originaria resa agibile o per l’attivazione di nuove linee al nuovo indirizzo.

Attivazione gratuita del servizio di trasferimento di chiamata

E’ prevista l’attivazione gratuita del servizio su richiesta cliente. Le chiamate trasferite saranno  fatturate in base al profilo tariffario presente sulla linea del cliente.

Subentro gratuito

E’ possibile richiedere la variazione dell’intestatario ed il subentro verrà effettuato gratuitamente.

Sospensione del servizio

Il cliente può richiedere la  sospensione tecnica del servizio di fonia. E’ prevista la riattivazione  gratuita del servizio su richiesta del cliente.

Cessazione della linea telefonica

Per le richieste di cessazione per sede inagibile è previsto l’azzeramento dei costi previsti in caso di cessazione.

Non sono previste iniziative aggiuntive alle normali regole sull’assistenza degli apparati .

E’ stata disposta per le linee individuate l’interruzione del marketing telefonico.

Canali di assistenza clienti

Tutti gli addetti dei Servizi di Assistenza Clienti Business (191 e 800191101) e Clienti Consumer (187) assicurano l’adeguato supporto alle diverse esigenze e richieste di informazioni presentate dalla clientela in base alle azioni sopra individuate. Non è stata prevista la creazione di canali di assistenza privilegiati.

Servizio raccolta fondi

TIM non ha ad oggi ricevuto da parte del Dipartimento di Protezione Civile richieste di attivazione del servizio tramite numero “solidale” dedicato alle emergenze. Si rende ovviamente disponibile ad attivare la numerazione in caso di richiesta.