Genova >< Milano e asse del nord-ovest

0
311
Pendolari in arrivo alla stazione ferroviaria di Milano Cadorna nella giornata in cui è stato indetto uno sciopero del trasporto, 18 ottobre 2013. ANSA / MATTEO BAZZI

URGE UN INCONTRO MAZZONCINI – MARONI – TOTI – CHIAMPARINO

Assoutenti e i Pendolari GenovaMIlano federati Assoutenti da sempre attenti alla mobilità ferroviaria, hanno posto la massima attenzione al degrado in cui versa la linea Genova >< Milano dal giugno di questo anno.

Lo hanno fatto con analisi puntuali della circolazione dei treni e delle conseguenze provocate a migliaia di pendolari: Il crollo prestazionale dei treni della Genova >< Milano.

In questo quadro, dopo le denunce delle scorse settimane si era arrivati a un bivio: ottenere una maggiore e puntuale attenzione da parte dell’impresa ferroviaria che gestisce il servizio o, in caso negativo, adottare decise forme di lotta.

Venerdì 6 ottobre u.s. si è tenuto un incontro straordinario con i vertici operativi della Divisione Passeggeri Liguria e con la Responsabile Commerciale e Contratto di Servizio Universale della Divisione Passeggeri Long Haul. Incontro positivo che ha portato ad un confronto aperto su tutte le questioni sollevate da Assoutenti e dai Pendolari GenovaMilano federati Assoutenti e alla definizione di una agenda per la loro discussione e risoluzione:

  • MIGLIORAMENTO DELLE PRESTAZIONI GENOVA-MILANO
  1. Inserimento nel CdS delle date di immissione del nuovo materiale più performante delle attuali composizioni
  2. Definizione (in corso) del Cronoprogramma per la manutenzione straordinaria impianti porte delle carrozze 901.
  3. Dal 2018 definizone Cronoprogramma manutenzione straordinaria degli arredi e degli impianti di condizionamento carrozze 901 ereditate dai FB Ve-Mi.
  4. Da definire date immissione locomotori E414 in doppia simmetrica.
  5. Impegno entro dicembre 2018 a un tavolo di verifica per riduzione dei tempi percorrenza RV e IC.
  6. Impegno a confronto preventivo sull’eventuale immissione di treni “veloci” a mercato sulla Genova-Milano al fine di evitare eventuali conflitti di circolazione con gli IC.
  7. Risposta entro fine ottobre per la Calendarizzazione accettazione cambio tracce RV così come espresso mesi fa insieme a Regione Liguria.
  • ISOLAMENTO, “ALTA VELOCITA’” E MOBILITA’ NEL NORD OVEST
  1. il terzo valico, peraltro non pronto prima del 2022 , straordinariamente utile per le merci non è in grado di accorciare che di pochissimi minuti i tempi di percorrenza per i passeggeri. Le altre opere di velocizzazione di una linea tortuosa, arcaica e congestionata di traffico, ovvero la Tortona-Milano, sono aleatorie e sicuramente non pronte prima del 2025-2026 alla circolazione.
  2. Il quadruplicamento Pavia-Rogoredo e l’innalzamento a 200 km/h della Tortona Pavia non sono finanziate e soprattutto non sono nemmeno allo stato di progettazione esecutiva.
  3. Senza queste due opere i tempi di percorrenza fra Genova e Milano non potranno mai scendere sotto i 75 minuti e la circolazione dei treni, eterotachica e congestionata, continuerà a produrre ritardi e disagi.
  4. In questo contesto fa ben sperare la nuova coppia di treni RV Genova-Torino da dicembre e la probabile rimodulazione degli orari dei RV Genova-Milano ancor più utili ai pendolari. Due richieste poste da tempo da Assoutenti e da Pendolari GenovaMIlano federati Assoutenti.
  5. Liguria, Lombardia e Piemonte hanno dato vita ad un osservatorio permanente sui trasporti. Ora questo tavolo deve trasformarsi nel luogo che ponga forte e chiaro al ministro Delrio e al nuovo Governo che si insedierà nel 2018 finanziamenti certi e apertura dei cantieri rapida per velocizzare la Genova-Milano e la Genova-Torino costruendo un anello fra le tre regioni, anello in grado di trasportare i pendolari in tempi rapidi anche senza alta velocità e a rilanciare il turismo e la sempre maggiore integrazione fra le tre Regioni.
  6. Assoutenti e i Pendolari GenovaMilano federati Assoutenti chiedono un vertice entro gennaio 2018 fra i tre Governatori, l’AD FSI Mazzoncini al fine di assumere impegni concreti e tangibili per rendere il NordOvest un sistema integrato di trasporti a disposizione dei lavoratori, degli studenti delle tre regioni e dei turisti. Una integrazione sovraregionale che l’intero Gruppo FS dovrà saper cogliere offrendo servizi ferroviari efficienti integrati con l’offerta Busitalia anche nelle aree urbane
  • POLITICHE DI ATTENZIONE AI PENDOLARI E AI DIRITTI DEI PASSEGGERI
  1. inserimento strutturale dei bonus nei contratti di servizio delle Regioni e del Ministero dei Trasporti da attuare in tempi brevi non oltre il giugno 2018 con valore retroattivo 01.01.2018
  2. Impegno al monitoraggio costante delle problematiche che determinano i ritardi
  3. Realizzare entro il 2018:
    • Abbonamento su carta di credito plastificata ricaricabile con annessa carta tutto treno
    • Utilizzo app Trenitalia per acquisto abbonamenti (attualmente acquistabili solo via web)
    • Inserimento degli IC nelle notifiche e nelle informazioni push della app Trenitalia sul modello dei R.
    • Possibilità di prenotazione posti sugli IC dalla app Trenitalia

In questo contesto si inserisce la disponibilità manifestataci dall’Assessore Berrino a inserire nel prossimo contratto di servizio bonus compensativi di “linea” per i disagi patiti dai pendolari (ritardi, pulizia, condizionatori malfunzionanti, ecc.). In tal senso abbiamo già avanzato alla Regione Liguria una proposta.

Assoutenti e i Pendolari GenovaMilano federati Assoutenti considerano importante l’individuazione (ad oggi assente) di forme risarcitorie per i disagi subiti dai pendolari e l’impegno al miglioramento delle prestazioni dei treni circolanti sulla Genova >< Milano, ma ritengono fondamentale affrontare il problema isolamento di Genova e asse del Nord-Ovest come priorità di Liguria, Lombardia, Piemonte, Governo e Ferrovie dello Stato.

 

Genova, 13 ottobre 2017        Assoutenti e i Pendolari GenovaMilano federati Assoutenti

Nessun Commento